logo HN

Giovedì, 19 Gennaio 2017 10:53

Ville di lusso: in aumento i turisti stranieri che scelgono l’Italia per soggiorni di alta qualità

Vota questo articolo
(2 Voti)
Ville di lusso: in aumento i turisti stranieri che scelgono l’Italia per soggiorni di alta qualità

Lo studio di Windows on Italy sul settore delle ville di lusso, conferma che gli stranieri scelgono l’Italia come meta turistica, ma in cambio si aspettano alta qualità e professionalità e chiedono per il proprio soggiorno servizi sempre più eclettici. Gli obiettivi e i gusti dei clienti si sono notevolmente ampliati e, forti della grande varietà di mete artistiche e culturali, l’Italia e la Toscana possono offrire un soggiorno appassionante e confortevole.

La fotografia dei turisti stranieri innamorati del Belpaese è scattata da Windows on Italy, società - fondata nel 1986 da Leonardo Ferragamo, figlio di Salvatore Ferragamo, fondatore della omonima maison di moda - che offre ville, palazzi e appartamenti di lusso al mare o in campagna, in Toscana, Umbria, Sicilia, Sardegna e in tante altre regioni italiane, con un portfolio anche nelle principali città turistiche come Firenze, Roma e Venezia.

Analizzando il settore delle ville di lusso, i dati della clientela di Windows on Italy nel periodo giugno 2015-giugno 2016, su un campione di 1.200 clienti, evidenziano che il 68% di essi soggiorna nelle dimore fino a 10 giorni, il 20% da 11 a 29 giorni, il 12% un mese e oltre. Il 45% delle prenotazioni proviene dai paesi anglosassoni (Usa, Uk, Australia e Canada). Costante la presenza dei russi, soprattutto in Versilia e in crescita le richieste di turisti provenienti da tutti i paesi europei. Meno presenti i clienti asiatici da Cina, Hong-Kong, Giappone e India, certamente non per motivazioni legate al budget, ma per una minore maturità turistica, indipendenza e ragioni di lingua.

Nel dettaglio dei dati di Windows on Italy, sempre in riferimento alle ville, i paesi rappresentati sono così ripartiti: Usa (20%), Uk (12,5%), Australia (10%), Francia (6,8), Russia (6%), Italia (5,8%), Germania (4,3%), Belgio (4%), Svizzera (4%), Canada (2,5%), Paesi nordici - Danimarca, Svezia, Norvegia Finlandia (2,5%).

Il dato sul lusso relativo alla Toscana merita uno sguardo approfondito, in quanto proprio in questa regione si concentra maggiormente l’attività di Windows on Italy con 300 ville, con costo a notte che va dai 500 ai 7mila euro. Così si scopre che i russi preferiscono Forte dei Marmi e Roccamare, mentre il Chianti, secondo la migliore tradizione, è scelto dagli americani e dagli inglesi.

I ricchi stranieri chiedono principalmente sicurezza, servizi di alto livello con trattamento a 5 stelle, vicinanza al mare nonché la possibilità di raggiungere con comodità le principali località turistiche e città d’arte. Molte sono le richieste particolari: dal soggiorno nella villa teatro del film “Quantum of Solace” della serie di James Bond o in quella che ha ospitato proprio l’attore Roger Moore, uno dei migliori interpreti dello 007 uscito dalla penna di Ian Fleming. Alcuni clienti preferiscono godersi il Palio di Siena con vista dal balcone su piazza del Campo, altri, ricorrendo a fornitori specializzati, noleggiare Ferrari e auto di lusso, fare una lezione privata con uno chef stellato, farsi cucinare prodotti appena colti dall’orto dietro la villa, ascoltare le melodie di un’orchestra privata, provare l’ebrezza di una battuta di pesca, godersi il panorama dall’alto in elicottero o in mongolfiera.

Gli stranieri quindi continuano a scegliere l’Italia per l’eccellenza dei suoi prodotti e del made in Italy. Vogliono far shopping, amano la moda, ma anche avvicinarsi all’arte e alla cultura presenti in Italia. Ricercano proprietà di qualità, che offrano principalmente privacy e sicurezza.

Le prenotazioni di Windows on Italy che fa parte del Gruppo Windows on Europe, sono aumentate del 30% nel periodo oggetto della ricerca. Altra società del Gruppo è Halldis, leader nella locazione di immobili, gestiti per conto dei proprietari e affittati per uso turistico e per motivi di lavoro. Attualmente Windows on Europe gestisce più di 1.600 proprietà in 25 località europee per un volume d’affari nel 2016 di oltre 22 milioni di euro.

Potrebbe interessarti anche:

Imposta di soggiorno: accordo tra Airbnb e il Comune di Palermo
Regione Lombardia: Codice identificativo di riferimento, pubblicata la legge
Tassa di soggiorno in aumento a Milano
trivago integra HomeAway nel suo motore di ricerca hotel

Cerca nel sito

banner legislazione rub

banner rescasa

banner clean




Hospitality News - Il portale dedicato ai professionisti dell'ospitalità
Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani