logo HN

Giovedì, 28 Settembre 2017 10:59

Regione Lombardia: un video tutorial per le CAV non imprenditoriali

Vota questo articolo
(2 Voti)
Video Tutorial per comunicazione avvio attività CAV lombarde Video Tutorial per comunicazione avvio attività CAV lombarde

Nell’ottica di facilitare l’applicazione della normativa di settore (Legge Regionale 1 ottobre 2015, n. 27 "Politiche regionali in materia di turismo e attrattività del territorio lombardo"), arriva dalla Regione Lombardia, un video tutorial di presentazione telematica della Comunicazione di avvio "Case e appartamenti per vacanze" (CAV), gestite in forma non imprenditoriale, adempimento richiesto dall'art. 38, comma 1.

Con la legge regionale lombarda 27/2015, vengono disciplinate anche le Case e appartamenti per vacanze (CAV) in territorio lombardo. In tale tipologia sono ricompresi – ai fini amministrativi disciplinati dalla legge regionale e per l’applicazione coerente delle regole di ospitalità – gli alloggi o porzioni degli stessi dati in locazione per finalità turistiche di durata non superiore ai 30 giorni.

Le locazioni di durata inferiore ai 30 giorni delle CAV, compresi gli alloggi o porzioni degli stessi dati in locazione per finalità turistiche ai sensi della legge 9 dicembre 1998, n. 431 (Disciplina delle locazioni e del rilascio degli immobili adibiti ad uso abitativo) sono tenute, tra i vari adempimenti che le riguardano, anche a presentare una Comunicazione di avvio dell’attività al Comune territorialmente competente ove è ubicata la struttura ricettiva non alberghiera. 

A tale scopo, la Regione Lombardia fornisce lo strumento di questo video come supporto ai cittadini nella regolarizzazione della propria offerta turistica.

Le Case e appartamenti per vacanze ( CAV)sono strutture gestite in modo unitario e organizzate per fornire alloggio ed eventualmente servizi complementari in unità abitative, o parti di esse, con destinazione residenziale, composte da uno o più locali arredati e dotati di servizi igienici e di cucina. 
Le CAV sono collocate in un unico complesso, oppure in più complessi immobiliari.
Le case e gli appartamenti per vacanze possono essere gestiti in forma imprenditoriale, ma in Lombardia, a seguito della legge 27/15 e successivo regolamento, possono altresì essere gestiti in forma non imprenditoriale da coloro che hanno la disponibilità fino ad un massimo di 3 unità abitative e svolgono l’attività in modo occasionale.
Con un emendamento successivo è stato specificato che l’occasionalità si traduce in una chiusura annuale di 90 giorni, anche non consecutivi.
Le CAV mantengono la destinazione urbanistica residenziale e devono possedere i requisiti igienico-sanitari ed edilizi previsti per i locali di civile abitazione.
Nel regolamento dell’agosto 2016 sono inoltre previsti gli standard qualitativi, in ragione dei quali gli appartamenti devono essere agibili e in buono stato di conservazione e manutenzione.

Potrebbe interessarti anche:

Hotel e Appartamenti, un intreccio normativo
Imposta di Soggiorno, introdotta a Roma anche per le locazioni brevi
Regione Lombardia: Codice identificativo di riferimento, pubblicata la legge
Tassa di soggiorno in aumento a Milano

Cerca nel sito

banner legislazione rub

banner rescasa

banner clean




Hospitality News - Il portale dedicato ai professionisti dell'ospitalità
Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani