logo HN

Martedì, 28 Giugno 2022 21:33

Il mercato degli affitti brevi in Italia, dati e trend del 2022

Vota questo articolo
(0 Voti)
Il mercato degli affitti brevi in Italia, dati e trend del 2022

I dati di AIRDNA sull'andamento mensile del mercato per l'Italia, da gennaio 2019 fino a maggio 2022 con gli ultimi dati disponibili, confermano numeri in crescita che superano quelli del 2019.

tabella airdna

La domanda ha superato i livelli pre-pandemia, con +12% di notti prenotate a maggio 2022 rispetto a maggio 2019 e +98% rispetto a maggio 2021.

Se guardiamo all'Europa nel suo insieme, nonostante la forza della domanda, dei ricavi e dell'aumento dell'inflazione, le tariffe medie giornaliere (ADR) a maggio erano in realtà dello 0,7% inferiori a maggio dello scorso anno (sebbene ancora del 25,0% superiori a maggio 2019). L'Italia segue lo stesso schema, con ADR in aumento del 26% da maggio 2019 e dello 0% rispetto allo scorso anno. Ciò può essere attribuito ai cambiamenti nel mix di domanda dal 2021. Rispetto al 2019, le unità più grandi continuano a mostrare gli aumenti più forti della domanda. Tuttavia, confrontando la domanda anno su anno, possiamo vedere che il comportamento degli ospiti sta iniziando a favorire i tipi di unità più piccole quest'anno, con i maggiori aumenti per le camere private e condivise, seguite da 1 camera da letto, quindi 2 camere da letto. Queste proprietà - anche più probabilmente ubicate in aree urbane - hanno generalmente un prezzo più basso e fanno scendere l'ADR.

Total Available Listings Italy 2019 2022
L'offerta è ancora in calo del -17% rispetto ai livelli pre-pandemia: gli annunci disponibili sono 426.552 a maggio 2022 rispetto ai 515.042 di maggio 2019, ma è cresciuta del +7% su base annua. Questo sta facendo salire il tasso di occupazione (+6,8% vs 2019 e +26,2% vs 2021) e questi livelli di occupazione gonfiati sono il risultato di una domanda che ha superato i livelli del 2019, mentre l'offerta viene riportata sul mercato.

Available Listings Italy 2019 May2022


Guardando al futuro, l'Italia sta andando al di sopra dei livelli del 2019 con un +7% di notti prenotate in estate (giugno-settembre) rispetto al 2019.

thumbnail Summer pacing demand June 2022

 

Secondo gli analisti di AIRDNA che hanno appena prodotto l'ultimo report sull'andamento del vacation rental in UE, l'aumento della domanda e le tariffe medie giornaliere indicano che l'Europa è sul punto di riprendersi dai minimi della pandemia seppure le prospettive del settore europeo degli affitti a breve termine, potranno essere influenzate dagli effetti dell'aumento dell'inflazione, dell'oscillazione dei tassi di cambio e dei cambiamenti nella politica monetaria della BCE.

Potrebbe interessarti anche:

Affitti brevi: gli ultimi trend di mercato in Italia ed Europa (dati Airdna)
Home Sharing Day, 17 Settembre 2022, Palazzo Marino, Milano
Estate 2022: le stime di Federalberghi
Affitti brevi: lettera al Ministro del Turismo della Federazione nazionale F.A.R.E.

Cerca nel sito

banner legislazione rub

banner rescasa

banner clean




Hospitality News - Il portale dedicato ai professionisti dell'ospitalità
Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani