logo HN

Lunedì, 03 Dicembre 2018 12:55

Vikey, la virtual key per un check-in sempre puntuale

Vota questo articolo
(1 Vota)
Vikey, la virtual key per un check-in sempre puntuale

La consegna delle chiavi di casa è l'emblema del turismo in appartamento ma succede spesso che a causa di traffico, voli in ritardo, contrattempi o impegni di lavoro, gli host si ritrovino ad aspettare a lungo l’arrivo dei loro ospiti. La soluzione per un check-in senza problemi, che consenta di ottimizzare i tempi del soggiorno, è la chiave virtuale che la startup romana Vikey propone a proprietari e gestori di B&B come soluzione alternativa al check-in esterno. Ne parliamo con Davide Ravalli, fondatore di Hintown che da oltre un anno utilizza questa soluzione nelle strutture affittate e gestite dalla sua startup.

Domanda - Qual è il rapporto tra Hintown e Vikey?

Davide

Davide Ravalli - Hintown praticamente sostituisce il proprietario di casa, occupandosi di tutta l’organizzazione dell’affitto delle loro case (prenotazioni, pulizie checkin, ...).

Hintown ha scelto di collaborare con Vikey per risolvere il problema del check-in. Con Vikey possiamo gestirlo in maniera semplificata, direttamente dal nostro ufficio.

Molti degli appartamenti di Hintown oggi utilizzano il sistema Vikey e stiamo lavorando verso un futuro in cui tutti gli appartamenti avranno un Vikey installato.

Domanda – Quali sono le opportunità e i vantaggi di Vikey?

Davide Ravalli - È già un anno che utilizziamo Vikey all’interno di molti appartamenti da noi gestiti. La tecnologia innovativa di Vikey ci aiuta quotidianamente.

Noi che gestiamo quotidianamente anche 100 check-in al giorno, non abbiamo più la necessità di essere sempre presenti ad accogliere e a consegnare le chiavi agli ospiti.

Tramite la chiamata di Vikey o l’App o la Dashboard possiamo aprire sia il portone del palazzo che la porta dell’appartamento.

A dire la verità molto spesso lo utilizziamo anche per far entrare con un semplice click la ditta delle pulizie dopo il check-out degli ospiti.

Vikey infatti facilita il nostro contatto con gli ospiti, soprattutto per gli arrivi oltre l'orario prestabilito.

Se gli ospiti tardano o arrivano in anticipo non dovranno più aspettare che arrivi l'addetto al check-in ad aprire le porte ma potranno, nell'attesa, accomodarsi già

all'interno dell’appartamento. Con calma, anche il giorno dopo, di volta in volta decidiamo se offrire comunque un check-in di persona per migliorare un rapporto con l’ospite.

Domanda – E' una soluzione semplice da utilizzare?

Davide Ravalli - Il sistema è semplicissimo. Nel caso in cui l’ospite citofoni, la citofonata viene trasmessa direttamente al telefono dell’ufficio, tramite il numero capiamo da che appartamento stanno citofonando, possiamo parlare con l’ospite e decidere se e quando aprire le porte.

Quando gli ospiti decidono di fare il self-check-in è ancora più facile, si aprono le porte in autonomia e non abbiamo problemi.

Con il check-in online poi non dobbiamo fare quasi più niente.

Domanda – Cos’è il Check-in Online?

Davide Ravalli – Un altro servizio importante di Vikey è il Check-in Online, nato da 1 anno anche con una nostra collaborazione.

L’ospite si trova ad effettuare il check-in prima ancora di arrivare, abbiamo la possibilità di ricevere i documenti degli ospiti nella massima sicurezza, caricare e far firmare contratti con firma OTP, riscuotere pagamenti extra come la tassa di soggiorno e anche inviare email personalizzate a tutti gli ospiti.

Questa funzionalità ci ha sgravato di molto lavoro quotidiano che precedentemente dovevamo fare.

Abbiamo inoltre avuto la possibilità di adattare e personalizzare tutto il flusso del check-in in base alle nostre esigenze.

Gestendo oltre 300 appartamenti in Italia, è stato fondamentale fare un’integrazione con il nostro gestionale interno. Abbiamo infatti la diretta sincronizzazione con le prenotazioni, abilitando così, automaticamente, il check-in online e il self check-in.

Domanda – Il contatto personale con l'host viene a mancare, è questo un limite della tecnologia?

Davide Ravalli - Non lo definirei un limite. Porrei l'attenzione più sul fatto che l’ospite appena arriva può immediatamente accomodarsi nell’appartamento.

Il contatto con l'ospite non viene a mancare, è solamente rimandato.

Questo rappresenta anche un grandissimo vantaggio per gli appartamenti che sono lontano dal nostro ufficio o che sono in zone difficilmente raggiungibili.

Ovviamente abbiamo personalizzato tutta la comunicazione per far sentire l’ospite al sicuro, fornendo preventivamente tutte le informazioni necessarie riguardo la struttura, come raggiungerla e come entrare.





Vikey
è un dispositivo che permette di far accedere gli ospiti negli appartamenti affittati con un semplice click o chiamata tramite smartphone dell’host.
Grazie al check-in online di Vikey si possono anche scambiare documenti e far firmare contratti con firma OTP direttamente dalla dashboard personale Vikey.
Scopri di più a questo link.

Potrebbe interessarti anche:

Hotel revenue management: il Grand Hotel Baglioni sceglie IDeaS G3 RMS
Fare Airbnb, un'opportunità economica
Decreto legge Sicurezza, cosa cambia per gli affitti brevi
Affitti brevi: nasce IzzHome, la prima catena italiana di appartamenti

Cerca nel sito

donne turismo




Hospitality News - Il portale dedicato ai professionisti dell'ospitalità
Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani