logo HN

Venerdì, 29 Novembre 2019 23:50

Marco Calignano e la sfida delle case sostenibili

Vota questo articolo
(1 Vota)
Marco Calignano, CALIJUS Investment & Business Management Marco Calignano, CALIJUS Investment & Business Management

E' partito alla conquista del Nord America per poi tornare in Italia passando magari dalla Cina. L'obiettivo è quello di sensibilizzare e stimolare il mondo degli investitori su un tema che è estremamente attuale ed è quello della sostenibilità ambientale che deve passare dalle nostre case ai quartieri coinvolgendo le community per restituirci un mondo nuovo. Se tutte le case fossero progettate e realizzate con questa visione, raggiungeremmo gli obiettivi ecologici fissati per il 2030 in tempi molto più rapidi. E così, Marco Calignano, un giovane italiano di 30 anni che, stupito dalla bassa qualità delle abitazioni del Canada ma consapevole della maggiore facilità di realizzare progetti più grandi, ha deciso di partire dal Nord America per realizzare il suo sogno che ha già ricevuto il beneplacito del CEO di Forbes ed è stato selezionato da Forbes Under 30 tra i migliori giovani leaders di startup innovative in America da esibire al summit annuale.

Domanda - Marco, il tema è sensibile e le persone sono sensibili al tema del risparmio energetico, dell'eco-friendly e del green ma come si può cambiare il mondo?

Marco Calignano - Il mio sogno è creare cosi tante green residential communities nel mondo, così ecologiche ed energyefficient che possano diventare come dei nuovi polmoni, dato che quelli naturali come l’Amazzonia stanno decadendo e in generale ovunque continuano a essere costruite case e palazzi in modo non ecologico, che generano solo spreco d’energia e carbon emissions. Quindi, questi quartieri residenziali ecologici, inizierebbero a diventare dei punto di riferimento per chi vuole migliorare la qualità di vita nelle case e nelle città senza distruggere l’ambiente ma migliorandolo.

marcocalignano2La selezione da Forbes per l’esperienza a Detroit è stata unica. Ho anche esibito la mia startup in un booth per 3 giorni dove sono passati investitori in incognito, tra cui uno molto interessato alla nostra startup e molto entusiasta del concetto di qualità e sostenibilità delle case, orientato al futuro, e ci ha segnalato dei contatti, quando ci siamo salutati, mi ha lasciato la business card, e questo signore era Mike Federle, il CEO di Forbes.

Questa esperienza mi ha dato un grande boost nel mercato americano, che veramente ha bisogno di passive homes e di nuove tecnologie di costruzione sostenibili e ad alta efficienza energetica.

Dopo l’evento, da Detroit sono andato a varie conferenze e corsi per lo sviluppo sostenibile delle communities tra New Haven alla Yale University, e a Boston, per partecipare al Simposio annuale sull’energia all’Harvard Business School e al workshop sullo sviluppo sostenibile all’Harvard University da parte di Zofnass Program dove alla prossima edizione di marzo parlerò dei nuovi materiali di costruzione per uno sviluppo sostenibile. 

Ora è piu più facile coinvolgere aziende e personaggi nell’industria nell’investire in progetti che tutelano ambiente e futuro, a investire di più sull’efficienza energetica e sul concetto di passive house e green building per invertire la rotta dei danni ambientali degli ultimi anni. A beneficio di tutti e dell’Italia, dato che collaboro con architetti e fornitori italiani come marchio di garanzia, in Trentino, regione madre dell’efficienza energetica e sostenibilità.

Domanda - In realtà sei già operativo con la tua startup in questa direzione.

Marco Calignano - Si, la nostra startup Calijus Investments & Business Management, nata ufficialmente 6 mesi fa, crea opportunità di investimento per progetti innovativi e sostenibili in real estate e hospitality, che sviluppa da sé.

marcocalignano intervista fotoAlle Green Residential Communities in Canada si affiancano soluzioni quali le mixed-use community, quartieri che sono allo stesso tempo residenziali e commerciali e i progetti di green hospitality, resort sostenibili come quello a cui stiamo lavorando in Ecuador, ma non solo, perché seguiamo da vicino degli sviluppi nei Balcani, per assicurare investimenti in location stabili politicamente e quindi legislativamente.

Domanda - La percezione è che gli investimenti di questo tipo siano molto costosi, è questo l'ostacolo alla realizzazione?

Marco Calignano - Questo tipo di prodotto rispetto a un prodotto con caratteristiche similari oggi presente sul mercato, ovvero a risparmio energetico, costa il 30% in meno ma costa comunque circa il 20% in più rispetto a una casa normale.

La verità è che i developer vogliono trarre il massimo profitto. In Italia, dove gli investimenti privati sono altissimi ma soltanto alcune grandi società che hanno capitali per rispondere ai rigidi standard ecologici, il problema è la rigidità delle normative urbanistiche. In Nord America, già iniziano ad amare questo tipo di concept che poi è quello della green community in quanto lo stesso concetto della casa si applica poi al quartiere e alla community con un'integrazione perfetta tra i quartieri e le case. 

Si tratta di un nuovo modo di vivere nelle case e nei quartieri. Inoltre è più facile la realizzazione perchè ci sono più ampi spazi disponibili, si trovano condizioni più favorevoli per realizzare progetti ad alto impatto sociale

Domanda  - Quali sono i punti di forza del vostro prodotto?

Marco Calignano - Con lo standard più rigido in termini di efficienza energetica certificato dal Passive House Institute, il risparmio di energia reale è del 90%. Le nostre case sono senza caldaia, il riscaldamento è interamente fornito con energie rinnovabili, zero emissioni dunque.  

Oltre agli aspetti tecnici e ai grandi progetti che balzano all’occhio, però,  Calijus rappresenta un approccio più profondo al business.  

La nostra mission è quella di eccitare la relazione tra business, ambiente e impatto sociale in tutto il mondo. Per questo motivo, aspiriamo a superare le barriere culturali e quindi, in questo caso economiche e infrastrutturali, unendoci ai nostri partner locali nel goal di sviluppare una vita vibrante nelle communities o nei resort nel segno dell’eco-sostenibilità.  

Quando ci sono collaborazioni internazionali ci si scontra facilmente a diversi approcci ai business plan e alla qualità offerta al final customer: gli abitanti del mondo. Noi siamo dalla loro parte, e di conseguenza i nostri investimenti hanno successo assoluto. 

CALIJUS Investment & Business Management 

marco calignano fotoboxSiamo nati ufficialmente nell'aprile 2019 e in 6 mesi abbiamo già piantato le nostre giovani radici in 5 paesi in tutto il mondo (Italia, Svizzera, Canada, Albania) e stiamo lavorando per fare lo stesso in più paesi, come l'Ecuador dove abbiamo acquistato 27 ettari di terreno strategico di fronte alla spiaggia, per un progetto con una scadenza fissa di dicembre 2020. 
Nel sud-est asiatico, stiamo negoziando un progetto fintech di impatto incentrato sul settore immobiliare nelle Filippine, con una scadenza fissa del dicembre 2021.
Il vantaggio di essere in Canada ci consente di collaborare facilmente in tutti gli Stati Uniti, con professionisti che sposano la nostra visione, in particolare a Buffalo, New York e Los Angeles. 
Il nostro impatto economico si riferisce all'aumento della ricchezza e della prosperità del capitale locale e agli ecosistemi imprenditoriali che generano e creano valore.
A causa dell'agglomerato regionale di fattori locali, delle nostre risorse e del loro sfruttamento imprenditoriale nonché degli effetti di ricaduta associati, garantiamo: la gestione patrimoniale di successo dell'investitore privato, la vitalità, la sostenibilità e la vitalità di una regione. 
In definitiva, creiamo vantaggi competitivi e valore per le singole aziende e settori, e quindi modelliamo l'innovazione locale.

Attualmente il nostro focus è sugli sviluppi immobiliari (residenziali e commerciali) e sugli sviluppi del turismo e dell'ospitalità.
In Europa e Sud America siamo entusiasti di lavorare su più piccoli progetti , con un investimento di meno di $ 1 milione, mentre in Nord America e Sud-Est asiatico ci concentriamo principalmente su progetti con investimenti di oltre $ 1 milione. 
Ad esempio, gli attuali progetti a Toronto e Calgary, in Canada, hanno un investimento iniziale di circa $ 48 milioni americani per il primo dei 4 anni di attività.

Garantiamo un ROI di almeno il 30% in tutte le operazioni, sia che si tratti di piccole operazioni immobiliari come lanciare casa, vendita all'ingrosso e in affitto, nelle principali città italiane e svizzere o che siano attraverso grandi progetti residenziali in luoghi come il Canada o la Svizzera. CALIJUS ha conquistato una posizione privilegiata tra gli investitori che prendono sul serio la sostenibilità. Combiniamo con successo sostenibilità, qualità, estetica ed economia, come stiamo facendo con il nostro partner BlueArch Studio in Nord America, migliorando radicalmente la qualità della vita e dell'ambiente nelle comunità.

Potrebbe interessarti anche:

Il Co-living "a tema" di BedStudent: siglato accordo con ACP Sgr, nuove aperture a Padova
DoveVivo acquisisce Rtmliving ed entra nel mercato dello student housing
HOMECHAIN.IT: coordinate per l'agente immobiliare del futuro
HOMECHAIN.IT: coordinate per l'agente immobiliare del futuro
Hospitality News - Il portale dedicato ai professionisti dell'ospitalità
Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani