logo HN

Venerdì, 19 Dicembre 2014 09:55

Logis, obiettivo Europa e Italia per la catena di hotel indipendenti francese

Vota questo articolo
(0 Voti)
Logis, obiettivo Europa e Italia per la catena di hotel indipendenti francese

Al termine del 2014 si è svolta l’annuale assemblea generale della Fédération Internationale des Logis (FIL) durante la quale sono stati presentati gli orientamenti strategici della catena di hotel indipendenti fino al 2017: l’apertura verso nuove tipologie di alloggio, la prenotazione equa e il nuovo standard di qualità, con l'obiettivo di rendere Logis il riferimento europeo per l'offerta di alloggi personalizzati e di qualità. Conosciamo meglio questo gruppo che nasce in Francia, in Alvernia, nel 1949 con Paul Nöel, Business Development Southern Europe.

D- I numeri ci dicono che Logis è una forza internazionale in Europa ma la percezione, forse italiana, è che sia come circoscritta a delle cerchie ristrette, sia dal lato cliente che dal lato albergatore potenziale socio. E’ davvero così?

R- Parliamo di 2.400 hotel e un fatturato di 65 milioni di euro ma Logis ha dei criteri di selezione ben precisi. Ciascun hotel affiliato, per entrare a far parte della catena, ha dimostrato di saperli rispettare. Allo stesso modo, il cliente Logis è un cliente che apprezza i valori che contraddistinguono gli hotel della catena.

D- Quali sono allora gli hotel e gli albergatori target per Logis?

R- Gli hotel Logis si riconoscono e si distinguono per quelli che noi definiamo i “pilastri” della Catena, come l’accoglienza personalizzata e l’atmosfera familiare, la cucina di qualità e il legame con il territorio.

Alla standardizzazione preferiamo la personalizzazione: non a caso Logis è una catena di hotel indipendenti, che si contraddistinguono proprio per la distinta personalità e singolarità della struttura.

Un hotel Logis è un hotel possibilmente piccolo, e con una identità ben precisa e riconoscibile.

D- L'Italia è tra i Paesi obiettivo dello sviluppo nei prossimi anni. Quali sono i numeri e le ragioni?

R- L'Italia rappresenta un Paese strategico per un grande motivo: la regionalità, ossia la profonda diversità paesaggistica e culturale che si ritrova di regione in regione, e di conseguenza una grande ricchezza culinaria e storica.

Questo rappresenta per Logis un grande valore aggiunto, nonché un patrimonio di notevole fascino per il turista italiano e straniero.

Il 2015 inizia con 26 strutture in Italia, e l'obiettivo è quello di raddoppiare questo numero nei prossimi 3 anni, raggiungendo le 50 strutture entro il 2017.

D- Quanto Logis punta alla notorietà del brand?

R- La riconoscibilità del marchio Logis è essenziale, sia per la promozione e lo sviluppo della catena stessa, che dei singoli hotel che ne fanno parte. Invitiamo sempre i nostri affiliati a sfruttare al massimo il marchio Logis, ad esempio con la segnaletica all’esterno dell’hotel, utilissima per i viaggiatori di passaggio, e all’interno dell’hotel, ad esempio con le guide, gli amenity kit e la carta fedeltà, oltre che sul sito dell’hotel stesso.

D- Proprio il sito Internet rappresenta uno degli elementi cardine della della strategia di sviluppo.

R- Si, l'obiettivo è ottenere una formula di prenotazione equa, con la commissione più bassa del mercato (dal 2% al 6%). La creazione di un sito nuovo, multipiattaforma, crea valore e garantisce un rapporto cliente-albergatore il più diretto possibile. Esso si basa su una commissione minima (dal 2 al 6%), la meno cara del mercato, alla pari degli altri strumenti commerciali (pulsante di prenotazione Logis 2%, ristorazione 0%, tappa affari 0%, buoni omaggio 0%) e del programma fedeltà O’Logis, che conta circa 100.000 clienti per un fatturato di oltre 110 milioni di euro.

Oltre alla nuova piattaforma Internet (nuovo sito multipiattaforma, e-box, servizio accoglienza, pacchetti sogni in mano, nuovi servizi e offerte, ecc.), una forza vendite centrale creatrice di valori (nuovi partner, nuovi target, nuove nicchie, nuovi accordi, seminari tematici e clienti affari).

D- Un'altra novità per il futuro è l'apertura all'introduzione di nuove forme di soggiorno, quali e perchè?

R- Aprire la rete a tipologie di alloggio alternative consente di adeguarsi al mercato e ai nuovi desideri dei consumatori alla ricerca di nuovi tipi di esperienze. Questi nuovi alloggi potranno essere di diverse tipologie: roulotte, appartamenti, bolle, villette/abitazioni, case sull’albero e agriturismi. L’offerta sarà costituita dagli hotel Logis, dalle "case" Logis e dagli "insoliti" Logis

D- Quanto contano oggi le recensioni?

R- Il nuovo standard di qualità sarà basato sulle opinioni degli ospiti. Si tratta di uno strumento diverso e inedito nel settore alberghiero, con una tabella di valutazione semplificata che tiene conto delle opinioni dei clienti e valorizza le caratteristiche proprie di ogni struttura, creando così un nuovo caposaldo di 50 prove della filosofia dei "Piaceri Logis".

Potrebbe interessarti anche:

Meininger raddoppia a Milano
Uno sguardo agli investimenti alberghieri in Italia con CBRE
Nuova apertura a Modena per B&B Hotels
Planetaria Hotels raddoppia a Roma con l'hotel Leon's Place

Cerca nel sito

donne turismo




Hospitality News - Il portale dedicato ai professionisti dell'ospitalità
Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani