logo HN

Venerdì, 16 Dicembre 2016 14:24

Turismo, presentato in Cdm il Piano Strategico 2017-2022

Vota questo articolo
(0 Voti)
Turismo, presentato in Cdm il Piano Strategico 2017-2022

Il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, ha presentato oggi in Consiglio dei Ministri il Piano Strategico del Turismo 2017-2022, che delinea lo sviluppo del settore nei prossimi sei anni con l'obiettivo di rilanciare la leadership italiana sul mercato turistico mondiale. Le azioni previste dal Piano si basano su tre principi trasversali, declinati in ogni ambito: sostenibilità, innovazione e accessibilità. 

Già approvato all’unanimità dal Comitato Permanente per la promozione del turismo in seduta plenaria (14 settembre) e dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano (15 settembre), il documento verrà ora trasmesso alle commissioni parlamentari di Camera e Senato per il relativo parere. 

In 100 pagine sono state delineate le priorità per valorizzare un settore che vale 171 miliardi di euro, pari all’11,8% del Pil e al 12,8% dell’occupazione, attraverso 13 obiettivi specifici, 52 linee di intervento, racchiuse in 4 obiettivi fondamentali: diversificare l’offerta turistica, innovare il marketing del brand Italia, accrescere la competitività e migliorare la governance del settore.

Altri punti fermi del Piano sono: rivoluzione digitale, adeguamento della rete infrastrutturale, riduzione degli oneri burocratici e fiscali, miglioramento della quantità e qualità dell’occupazione, semplificazione del sistema normativo. Particolare attenzione va alla diversificazione delle mete turistiche per indirizzare i flussi turistici verso territori ricchi di potenzialità ancora inespresse, quali aree rurali, piccole e medie città d’arte, parchi naturali e marini. Tutto all’insegna della sostenibilità ambientale e culturale.

Il PST - nato da un confronto tra Ministeri, Regioni, Anci, sindacati, associazioni di categoria, con il coordinamento della Direzione Generale del Turismo- è poi frutto di un processo di partecipazione e condivisione, avviato con gli Stati Generali del Turismo a Pietrarsa (ottobre 2015 e aprile 2016) e costruito anche con l’utilizzo di strumenti digitali: piattaforma on line, sito web e canali social, un metodo che dota l’Italia del turismo di una visione unitaria.

Il Piano si attuerà attraverso revisioni biennali e la predisposizione e l’attuazione di piani annuali.

Potrebbe interessarti anche:

Riqualificazione alberghi: online la graduatoria tax credit 2018
Informazione e Rete, sfide e impegni futuri
Sharing Economy e Hospitality, la normativa
Turismo 2030: come evolverà il turismo nel prossimo decennio

Cerca nel sito




Hospitality News - Il portale dedicato ai professionisti dell'ospitalità
Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani