logo HN

Martedì, 02 Agosto 2016 18:40

Top 10 mete ideali per allenatori di Pokémon

Vota questo articolo
(0 Voti)
Top 10 mete ideali per allenatori di Pokémon

Anche in Italia, dove Pokémon Go è uscito da poche settimane, gli allenatori già percorrono diversi chilometri per catturarli. Per chi volesse braccare qualche Pokémon in vacanza, Likibu.com, il motore di ricerca interamente dedicato agli affitti vacanze, ha individuato le 10 migliori destinazioni di vacanze per addestratori di Pokémon.

Il fenomeno è di portata mondiale: Pokémon Go è l’applicazione più scaricata durante la prima settimana di uscita sull’App Store ma è anche un modo originale di scoprire a piedi luoghi straordinari semplicemente cacciando Pokémon, anche durante le ferie. Likibu ha selezionato le 10 mete ideali per approfittare al meglio delle vacanze acchiappando i mostriciattoli, senza dimenticare di mettere in valigia delle Pokéball prima di partire. 

1. La Corea del Sud, in gran parte non visibile su Google Maps per non rivelare la posizione degli stabilimenti militari, è nondimeno dotata di una città di allenatori di Pokémon: direzione Sokcho per acciuffare dei Pokémon in tutta facilità. A causa di un errore di programmazione nell’App, questa stazione balneare situata a soli due ore da Seoul, può contare un numero impressionante di bestioline. Un turista ha infatti dichiarato di aver afferrato in meno di mezz’ora circa una trentina di Pokémon diversi, tra cui Pikatchu e il leggendario Aerodactyl.

2. New York City è senza dubbio la città dell’Empire State Building e della Statua della Libertà, ma è soprattutto il luogo ideale per fare un Safari Pokémon! Recatevi a Central Park per una caccia sfrenata, capeggiata da guide esperte in materia: con una mappa già ben impostata, vi condurranno esattamente dove i più rari Pokémon si nascondono, per il vostro più grande piacere. 

3. Terra natale dei Pokémon, la megalopoli Tokyo è in piena ebollizione dopo il recente lancio di Pokémon Go. La città più popolata al mondo conta milioni di addestratori e vi farà scoprire facilmente l’educazione e la gentilezza degli allenatori locali. Potreste così esplorare il fascino del Giappone e la vita trepidante di Tokyo.

4. Le creature nipponiche sono numerose a Roma, sparse per diversi quartieri e nei vari luoghi di interesse. Ma l’assembramento più importante sembra concentrarsi intorno al Colosseo e ai Fori Imperiali dove è possibile trovare Pokémon rari del calibro di Pikachu. Anche in Città del Vaticano sembrano essere stati avvistati i famosi animaletti, il che ha aggiunto una nuova categoria di visitarori tra i classici pellegrini di piazza San Pietro. In particolare, sta girando in questi giorni la voce secondo la quale proprio tra le colonne della sacra piazza si aggiri Arceus, un “dio” Pokémon molto prezioso. Il fenomeno non è chiaramente passato inosservato, spingendo addirittura la Radio del Papa a trasmettere un messaggio per mettere in guardia dai pericoli psicologici che il gioco porterebbe ai giovani appassionati.

5. La più grande adunata di giocatori di Pokémon Go (le cosiddette Pokédates) ha avuto luogo recentemente a San Francisco: circa 9000 giovani hanno percorso assieme le strade della città alla ricerca di quello che manca nel loro Pokédex. Sono previsti nuovi incontri di questo genere quindi affrettatevi e prenotate il vostro biglietto aereo per ammirare il Golden Gate, Chinatown e molto altro ancora!

6. Per gli addestratori di Pokémon, Londra è una città inevitabile: numerosi eventi di tutti i tipi vengono organizzati per riunire i cacciatori. Ad esempio esistono serate musicali dove delle esche per Pokémon saranno attivate per tutta la durata dell’evento. Potrete inoltre assistere a degli eventi diverse domeniche di seguito, dove gli allenatori in costume riceveranno ricompense, verranno organizzati dei quiz e la proiezione di episodi del cartone animato giapponese ritmerà la vostra caccia.

7. Come è facile aspettarsi, il Pokémon Kangaskhan (la bestiolina che ricorda il canguro) è possibile trovarlo solo in Australia e senza dubbio potrete trovare anche molti Pokémon acquatici al porto di Sydney! Ricordatevi di portare con voi delle Pokéball per il vostro viaggio australiano!

8. Le spiagge paradisiache e il mare azzurro turchese d’Hawaii non solo solamente luoghi rinomati per il surf: ci troverete anche dei Pokémon rari! Le spiagge di Honolulu abbondano infatti di Exeggutor, magari nascosti tra due noci di cocco. 

9. Direzione Nuova Zelanda, Auckland, dove gli amanti del gioco Pokémon Go tentano di aiutarsi a vicenda per fare in modo che tutti possano catturare le creature giapponesi. Un profilo su Snapchat (id : PokemonGoNZ) condivide le foto degli utenti per rivelare le postazioni dei Pokémon più difficili da trovare : partecipate a questa avventura conviviale durante il vostro soggiorno.

10. I nottambuli saranno fortunati a Vienna: la prima caccia notturna è stata organizzata questo mese per il piacere dei festaioli che fanno le ore piccole o anche per chi a volte soffre d’insonnia. Passeggiate di notte per le strade della capitale austriaca, sicuramente sarà un modo originale per visitare la città durante le vostre vacanze. Da far impallidire addirittura i membri del Team Rocket.

E per finire, per gli addestratori di Pokémon appassionati di calcio, la VW-Arena di Wolfsburg ha aperto le porte al pubblico permettendogli di giocare nello stadio dove si nascondono numerose specie, organizzando anche delle sequenze di caccia collettiva.

Potrebbe interessarti anche:

Ospitalità e Tecnologia, i nuovi trend del 2017
Un coktail creativo di arte, musica e design: l'NYX Hotel Milano apre le porte
Volare di venerdì 17? Gli Italiani sembrano preferire di no
City lovers, ovvero i nuovi dipendenti dell'albergo

Cerca nel sito




Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani