logo HN

Martedì, 05 Aprile 2016 21:05

Stati Generali del Turismo, dal 7 al 9 aprile, Pietrarsa

Vota questo articolo
(0 Voti)
Stati Generali del Turismo, dal 7 al 9 aprile, Pietrarsa

Il 7 aprile si terrà nel Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa l’apertura degli Stati Generali del Turismo - Visioni e strategie di sostenibilità, la più grande consultazione pubblica sul turismo italiano che si concluderà a luglio con l’approvazione del Piano Strategico Nazionale.

I lavori saranno introdotti dagli interventi del Presidente della Fondazione delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, e dell’amministratore delegato FS, Renato Mazzoncini, e avviati dal Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, che delineerà la visione politica del Governo sul settore.

A seguire si terrà un confronto, moderato dalla direttrice di RAI Cultura Silvia Calandrelli, sullo scenario europeo e nazionale del turismo, dove verranno forniti dati aggiornati sul settore con i contributi del direttore del CISET Mara Manente, della europarlamentare Isabella De Monte, del Capo Unità del Turismo della Direzione Generale Mercato Interno, Industria, Imprenditoria e PMI della Commissione Europea Carlo Corazza, del Coordinatore della Struttura di Missione APT della Presidenza del Consiglio Giampiero Marchesi, del Direttore Ricerca e Studi della Cassa Depositi e Prestiti Simona Camerano e la Presidente di ENIT Evelina Christillin.

Concluderà la giornata la prima delle cinque sessioni previste con gli interventi del direttore della Scuola di Management del Turismo di Trento Paolo Grigolli e del Direttore Generale Turismo del MiBACT Francesco Palumbo e la discussione dei tavoli di lavoro, dove circa 400 partecipanti provenienti dalle associazioni di categoria, istituzioni, enti locali e università si confronteranno per definire una posizione condivisa sulla visione e gli strumenti del Piano Strategico del Turismo.

Nelle giornate successive interverranno, tra gli altri, Fabio Lazzerini consigliere delegato di ENIT, Valentina Quattro di Tripadvisor, Alessandro Tommasi di Airbnb, Mario Felicori direttore della Reggia di Caserta, Angela Barbanente del Politecnico di Bari, Antonia Pasqua Recchia Segretario Generale del MiBACT e Alain Dupeyras dell’OCSE. 

In concomitanza con gli Stati Generali del Turismo è previsto un brainstorming collettivo per far nascere nuove idee e lanciare soluzioni innovative nel settore del turismo e della fruizione dei beni culturali. Nelle giornate dell’8 e 9 aprile 100 giovani selezionati tra innovatori, programmatori, artisti, creativi, designers, manager della cultura, esperti di marketing e informatici parteciperanno a TO.MA.TO (Top Marathon Tourism), un hackathon di 24 ore nel corso del quale i partecipanti, organizzati in squadre di 10, elaboreranno idee e progetti innovativi di turismo sostenibile che verranno valutati e premiati da una giuria composta dai testimonial dei tavoli delle sessioni.

I dati presentati nella prima giornata degli Stati Generali del Turismo di Pietrarsa offrono un quadro positivo per il settore, che nel 2015 vede crescere del 3,2% gli arrivi internazionali in Italia con 53,3 milioni di turisti provenienti dall’estero per una spesa totale di 35,8 miliardi di euro nel nostro Paese, +4,7% rispetto al 2014. 

Le entrate turistiche rappresentano il 7,2% del totale dell’export italiano, dato che ci vede in linea con Paesi come la Francia e il Regno Unito, dove le entrate turistiche rappresentano rispettivamente il 7,8% e il 7,4% dell’export totale, mentre per Paesi europei con una minore tradizione manifatturiera orientata alle esportazioni come Spagna, Grecia e Portogallo il dato è ben superiore e rappresenta rispettivamente il 14,5%, il 25,4% e il 18,9% dell’export totale.

Grazie al turismo internazionale in arrivo, la bilancia turistica chiude il 2015 in attivo per l’Italia con un surplus di 13,7 miliardi di euro, dietro la sola Spagna in Europa che realizza un avanzo di 34 miliardi di euro e superando la Grecia (+11,4 miliardi di euro), il Portogallo (+7,5 miliardi di euro) e la Francia (+4,9 miliardi di euro).

Tutto ciò fa del turismo un settore dal valore aggiunto di 171 miliardi di euro che rappresenta con effetti diretti, indiretti e indotti l’11,8% del PIL nazionale e il 12,8% dell’occupazione con 3,1 milioni di unità di lavoro. 

Nel Meridione, dove si trova gran parte del patrimonio culturale nazionale, si reca meno del 15% dei turisti provenienti dall’estero.

L’aumento del turismo internazionale in Italia – ha dichiarato il Ministro Franceschini a Pietrarsa, "è strettamente legato al turismo culturale, come dimostrano gli ottimi dati di afflusso nei musei e nei siti archeologici statali nel primo trimestre del 2016. I visitatori sono cresciuti del 13,5% rispetto allo stesso periodo del 2015, attestandosi a quasi 7,9 milioni, mentre gli introiti sono aumentati del 24%, portandosi a oltre 25,4 milioni di euro.

Un dato ancor più lusinghiero se raffrontato al primo trimestre 2014, rispetto al quale l’incremento dei visitatori è del 25,3% e quello degli introiti del 40,5%. Segno che la rivoluzione museale, con le nuove politiche tariffarie, l’autonomia e gli esiti del bando internazionale, sta dando i suoi frutti”. 

Hospitality News - Il portale dedicato ai professionisti dell'ospitalità
Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani