logo HN

Giovedì, 02 Febbraio 2017 10:54

Ospitalità religiosa: 3.000 notti gratis in hotel per chi non può andare in vacanza

Vota questo articolo
(1 Vota)
Ospitalità religiosa: 3.000 notti gratis in hotel per chi non può andare in vacanza Ospitalità religiosa: 3.000 notti gratis in hotel per chi non può andare in vacanza

Si replica per la prossima estate e con l'appoggio dell’Ufficio nazionale CEI per la Pastorale del Tempo libero Turismo e Sport, l'iniziativa delle settimane della misericordia durante le quali le strutture di ospitalità religiosa aprono le porte gratuitamente a chi è in difficoltà.

Famiglie numerose mono o senza reddito, genitori single con figli a carico, pensionati con un reddito insufficiente, adulti rimasti senza lavoro. Sono alcuni dei soggetti che potranno beneficiare di un’iniziativa benefica nata per il Giubileo della Misericordia, ma riproposta per il 2017 a seguito degli appelli di Papa Francesco a perseverare nelle opere di Misericordia anche dopo la fine dell’Anno Santo.

Con l’appoggio dell’Ufficio nazionale CEI per la Pastorale del Tempo libero Turismo e Sport, diretto da Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., il portale internet no-profit Ospitalità religiosa coordina il progetto Settimane della Misericordia, che da maggio a ottobre metterà a disposizione in decine di località una settimana di soggiorno gratuito per i meno abbienti.

Dal mare alla montagna, dalle città d’arte a luoghi ameni, le parrocchie potranno scegliere come offrire un’occasione di serenità alle persone o famiglie che seguono e che vivono un particolare momento di difficoltà.

L’accesso alle settimane gratuite seguirà un preciso “Disciplinare”, mentre ad oggi sono circa 3000 in 13 regioni le notti già messe a disposizione dalle strutture dell’ospitalità religiosa. Un gesto generoso da parte di chi si fa carico umano ed economico di dare sollievo a questi ospiti.

I contatti con le strutture saranno tenuti da parrocchie e diocesi, in modo da garantire la massima trasparenza all’iniziativa.

Il portale www.ospitalitareligiosa.it, realizza così un ulteriore progetto verso gli “ultimi”, come era già accaduto per l’Anno Santo e in occasione del terremoto in centro Italia della scorsa estate.

Le strutture, anche laiche, che volessero ancora aderire, possono seguire le istruzioni sul portale.

Potrebbe interessarti anche:

Ospitalità religiosa: mille e una notte gratis per i più poveri
Innovare e rinnovare il proprio hotel a Milano
Il 2019 sarà l'anno del Turismo lento
Il turismo religioso, visione e prospettive del comparto per UBI Comunità

Cerca nel sito




Hospitality News - Il portale dedicato ai professionisti dell'ospitalità
Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani