logo HN

Giovedì, 09 Febbraio 2017 12:01

Il 2016 vs il 2015, dal barometro del Turismo di Federalberghi

Vota questo articolo
(0 Voti)
Il 2016 vs il 2015, dal barometro del Turismo di Federalberghi

L'ultimo aggiornamento de "Il Barometro del Turismo", realizzato da Federalberghi in collaborazione con EBNT (Ente Bilaterale Nazionale Turismo), evidenzia che il 2016 ha chiuso con le presenze alberghiere in crescita dello 0,9% rispetto al 2015 e un analogo incremento dei lavoratori dipendenti occupati negli alberghi (+1%); crescono pure le spese turistiche degli stranieri in Italia (+4,4%) come anche il traffico aeroportuale (+4,9%).

Bilancio positivo dunque per il settore alberghiero che secondo i dati dell'Osservatorio di Federalberghi vede crescere le presenze totali dello 0,9% suddivise tra Italiani (+2,4%) e Stranieri (-0,5%).

Sempre l'Osservatorio Federalberghi rileva un aumento dell'1,0% degli occupati in albergo suddivisi tra tempo indeterminato (+0,6%) e tempo determinato (+1,5%) nel 2016 rispetto al 2015. Sul fronte occupazione l'INPS parla di 927.448 dipendenti tra Alloggio e ristorazione di cui nel solo ricettivo 224.378 nel 2015.

Sul fronte della spesa turistica, dove i dati sono invece della Banca d'Italia, quelli relativi al terzo trimestre del 2016 registrano 13.775 milioni di Euro (+ 4,4% sul 2015) nelle spese stranieri in Italia e 7.525 milioni di Euro (+3% sul 2015) nelle spese degli Italiani all’estero con un avanzo di 6.250 milioni di Euro (+6,2% sul 2015).

L'ultima rilevazione datata ottobre 2016 evidenzia, però, una riduzione delle spese degli stranieri in Italia: -0,9% sul 2015 e la stessa cosa per le spese degli Italiani all’estero (-0,8% sul 2015) con un avanzo di 1.296 milioni di euro (-1,0% sul 2015).

Guardando al fatturato, nel terzo trimestre del 2016 si registrano variazioni positive sia per i servizi di alloggio, sia per le attività dei servizi di ristorazione, per un incremento complessivo del 3,8%. Andamento positivo, nel corso dell'intero anno 2016, anche per i ricavi medi del mercato alberghiero in aumento del 2%. Di poco inferiore la crescita dei tassi di occupazione, attestatasi all'1,8% secondo i dati di RES-STR Global.

Nuovo record di crescita nel 2016 per i musei statali, che proseguono le ottime performance del biennio precedente. Rispetto al 2015 sono cresciuti sia i visitatori che, ancor di più, gli incassi. Il MIBACT, seppure con dati ancora provvisori, parla di 44,5 milioni  di visitatori (+4%) con 172 milioni di euro di introiti (+12%) nel 2016 nei musei, monumenti ed aree archeologiche statali.

Buono anche l'andamento del traffico commerciale negli aeroporti italiani. Nel corso del 2016 il numero dei passeggeri (164,0 milioni), imbarcati e sbarcati (esclusi i passeggeri in transito diretto), è cresciuto del 4,9% sul totale dei voli, grazie soprattutto al forte aumento (+6,2%) di quelli dei voli internazionali pari a 103,9 milioni. Sono quindi 60,1 milioni (+2,2%) sui voli nazionali secondo i dati forniti da Assaeroporti. 

Potrebbe interessarti anche:

trivago, Estate 2018: stranieri al nord e Italiani al sud
Misurare l’offerta turistico-ricettiva in Italia: a che punto siamo?
Hotel & Appartamenti su Booking.com
Ciset-Banca d'Italia: i dati economici sul turismo internazionale in Italia nel 2017

Cerca nel sito




Hospitality News - Il portale dedicato ai professionisti dell'ospitalità
Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani