logo HN

Venerdì, 03 Marzo 2017 21:13

Dopo Firenze e Bologna, The Student Hotel arriva a Roma

Vota questo articolo
(0 Voti)
The Student Hotel - Roma The Student Hotel - Roma

The Student Hotel, il modello ibrido di ospitalità tra Home e Hotel, trova l'accordo con Cassa depositi e prestiti per aprire la terza struttura a Roma, nel quartiere di San Lorenzo. Firenze aprirà nel 2017, Bologna nel 2018 e Roma nel 2019.

Il nuovo hotel di Roma sorgerà in un'area emergente della città occupata da due edifici di cui uno sarà demolito e il secondo sarà ricostruito per dare vita al The Student Hotel Roma che ospiterà camere d'albergo, camere per studenti e spazi di co-living: aree di studio, sale riunioni e uno spazio di co-working per startup e imprese locali, ristorante, bar, sala giochi, una palestra e un garage oltre a una piscina esterna. 

L'operazione sarà effettuata da una nuova società immobiliare, una joint venture tra il gruppo The student Hotel e CDP che insieme daranno vita al recupero di un edificio storico e al rilancio di una zona emergente dove c'è necessità di alloggi, anche per la vicinanza all'università La Sapienza.

The Student Hotel aggiungerà otto nuove strutture al suo attuale portafoglio di otto proprietà entro il 2019. Ha annunciato quattro nuove acquisizioni (tra cui Roma) a Madrid, Eindhoven e Delft.
 Queste si uniranno a Firenze, Maastricht, Bologna e Berlino, proprietà che apriranno tra il 2017 e il 2019 per portare a 16 il numero totale dei The Student Hotel.

Potrebbe interessarti anche:

Milano, patto del Comune con i proprietari immobiliari per rimettere sul mercato appartamenti vuoti
Nuovo albergo a Roma Fiumicino per la catena alberghiera B&B Hotels
Al gruppo Rocco Forte Hotels il Grand Hotel Villa Igiea di Palermo
Affitti brevi: nasce IzzHome, la prima catena italiana di appartamenti

Cerca nel sito




Hospitality News - Il portale dedicato ai professionisti dell'ospitalità
Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani