logo HN

Giovedì, 21 Febbraio 2019 09:45

Prenotazioni hotel: la startup Tueke rivoluziona il processo

Vota questo articolo
(1 Vota)
Prenotazioni hotel: la startup Tueke rivoluziona il processo

La startup Tueke parte da Milano per cambiare le regole delle prenotazioni alberghiere e apre ai primi 100 utenti registrati che non devono più cercare la tariffa migliore disponibile sul web ma possono creare la propria offerta inserendo le date del soggiorno, la tipologia di alloggio e il budget. Saranno gli albergatori presenti sulla piattaforma a competere per aggiudicarsi la loro presenza. Chi cerca una camera a Milano può dunque ora prenotarla in modo innovativo, veloce e conveniente e ottenere un'offerta su misura.

Dopo avere raccolto le adesioni delle strutture ricettive, la startup incubata da Speed MI Up, l’incubatore di Università Bocconi, Camera di Commercio e Comune di Milano, ha aperto ai primi 100 utenti con destinazione Milano che, registrandosi gratuitamente su Tueke.com, potranno viaggiare alle proprie condizioni. Ad accoglierli troveranno hotel ma anche bed and breakfast e appartamenti privati, per un totale di oltre 4700 stanze a Milano e dintorni.

Tueke permette di viaggiare meglio, spendere meno e prenotare più velocemente.

Sono in media 22 i siti consultati prima di una prenotazione, un processo caotico e lungo che non sempre dà i risultati sperati in termini di rapporto qualità-prezzo. Tueke.com ribalta e abbrevia questo processo. Non solo: i viaggiatori hanno la possibilità di usufruire di opzioni offerte discrezionalmente dalle strutture, come la colazione inclusa o la cancellazione gratuita.

Anche gli albergatori beneficiano di questo ribaltamento di ruoli. Tagliano i costi relativi alla ricerca clienti e riempiono le camere rimaste invendute che sono, in media, il 32% della disponibilità totale. Pagano commissioni inferiori rispetto ad altri servizi d’intermediazione online e riescono a selezionare il cliente giusto, alla tariffa giusta, al momento giusto. Inoltre, trattandosi di un accordo privato, l’hotel non deve abbassare la tariffa pubblica ufficiale.

Il sito interessa, per ora, gli host di Milano che sono invitati a registrarsi gratuitamente inserendo il profilo dell’hotel e le tipologie di camere che intendono offrire. Si stima che nella città meneghina siano 13.000 le stanze che giornalmente rimangono invendute, il 35% del totale. Tueke seleziona i partner per garantire qualità; tra le strutture che hanno espresso il loro consenso, troviamo anche nomi di importanti catene alberghiere nazionali e internazionali. 

La piattaforma sarà presto aperta anche ai viaggiatori e ad altre città italiane. Il progetto prevede inoltre la collaborazione con associazioni non-profit per offrire una notte “fuori porta” a chi non può permetterselo.

In lingua maori Tueke significa “valigia”, “bagaglio”. Il team è composto da tre soci: Carol Galuzzi e Emanuela Fornasari operano da diversi anni nel settore del turismo e dell’hôtellerie, Luca Prete si occupa dell’aspetto tecnologico.

Potrebbe interessarti anche:

Startup Turismo: novità e approfondimenti a BIT 2019
Self check-in e accoglienza 2.0 per il futuro del vacation rental
Vikey, la virtual key per un check-in sempre puntuale
Affitti brevi: Italianway protagonista a Milano

Cerca nel sito




Hospitality News - Il portale dedicato ai professionisti dell'ospitalità
Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani