logo HN

Giovedì, 11 Gennaio 2018 15:30

Tassa di soggiorno in aumento a Milano

Vota questo articolo
(0 Voti)
Tassa di soggiorno in aumento a Milano

Informiamo sulle ultime determinazioni del Comune di Milano in ordine alle tariffe 2018 dell’imposta di soggiorno per le strutture ricettive ad appartamento, il cui regolamento è pubblicato sul sito del Comune:

- con deliberazione di Giunta n.2255 del 15/12/2017 è stato approvato l’adeguamento della tariffa applicata ai pernottamenti effettuati presso CAV (Case e Appartamenti per vacanze), che passa da 2,00 a 3,00 Euro per persona a notte.

- con successiva deliberazione n.2350 del 22/12/2017. La Giunta ha deliberato di procedere alla revisione della tariffa prevista per i soggiorni in case per ferie, foresterie lombarde, bed&breakfast, equiparandola a quella stabilita per i soggiorni in CAV.

Rimane invece invariata (2,00 Euro) le tariffe applicate ai soggiorni in “ostelli per la gioventù -  rifugi alpinistici e aziende ricettiva all’aria aperta”.

Rimangono inoltre invariate le esenzioni relative a coloro che soggiornano per periodi superiori ai 14 giorni consecutivi, a partire dal quindicesimo giorno di permanenza, in residence, cav, case per ferie gestite da soggetti no profit. 

La nuova tariffa è operativa dal 1 gennaio dell’anno in corso, ma Rescasa sta intervenendo nei confronti degli uffici competenti per ottenere una moratoria sui primi giorni di gennaio, nei quali alcuni operatori potrebbero aver richiesto l’importo di 2 euro con la conseguenza di dover versare gli importi mancanti.

A cura di Rescasa

Potrebbe interessarti anche:

Turismo e Politica: il divario sulla normativa
Fare Airbnb, un'opportunità economica
Decreto legge Sicurezza, cosa cambia per gli affitti brevi
Affitti: canoni di locazione in risalita in Italia

Cerca nel sito

banner legislazione rub

banner clean




Hospitality News di Erminia Donadio - Portale d'informazione per il settore dell'ospitalità - Realizzazione siti internet Christopher Miani